skip to Main Content

Torta rustica zucca e pere

Condividi questa ricetta

“Ottobre era il mese più dolce
i baci e le carezze sotto l’albero di limone
l’uva era la nostra refurtiva preferita,
la vendemmia una sacrosanta tradizione di famiglia.

Ottobre era il mese migliore per scorgere i tramonti
che infuocavano l’orizzonte.
Trafelate ci alzavamo e con disinvoltura rientravamo in scena
con le gote rosse ed una buona scusa.”

Ecco arrivato ottobre, ed è così che lo definisce Carmen Consoli nella sua canzone, poesia e romanticismo che si mescolano insieme in una stagione dove tutto cambia, forse anche noi, in silenzio sotto i nostri occhi. 

Sbirciando nella biblioteca del mio quartiere, a Forlì, ho trovato un libro di cucina biologica e questa ricetta mi ha subito incuriosita, ovviamente con una trasformazione gluten free. Perfetta per questo periodo da gustare con un buon tè caldo.

Ricetta tratta da “Fantasie e sapori della cucina biologica” di Massimo Piraccini, Edizioni Macro.

Ingredienti:

200 gr farina di mais finissima senza glutine

150 gr fecola di patate senza glutine

180 gr zucchero di canna

150 gr zucca sbucciata cruda grattugiata

un cucchiaino di cannella

100 cc/ml olio di mais

tre uova

10 gr cremore di tartaro senza glutine o una bustina di lievito per dolci senza glutine

30 gr noci

una pera per guarnire

  1. Grattugia la zucca con la grattugia a fori grossi e tieni da parte.
  2. In una ciotola monta le uova con lo zucchero per qualche minuto, aggiungi l’olio di mais, le noci tritate grossolanamente e il cucchiaino di cannella.
  3. Unisci all’impasto la zucca grattugiata, la farina di mais, la fecola di patate ed il cremore, mescola bene il tutto.
  4. Versa in uno stampo da plum-cake rivestito con carta da forno.
  5. Sbuccia la pera, tagliala a fette e disponi le fette in modo uniforme sulla superficie della torta.
  6. Cuoci in forno ventilato già caldo a 180° per 40-45 minuti, vale sempre la regola di provare la cottura con lo stecchino di legno, che deve uscire asciutto.
  7. Sforna e lascia raffreddare su una gratella.

Il consiglio di Margharet: se non vi piace il sapore intenso della cannella potete sostituirla con la scorza di mezzo limone grattugiato.

Condividi questa ricetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top