skip to Main Content

Strozzapreti senza glutine

Condividi questa ricetta

SENZA GLUTINE * SENZA LATTOSIO * SENZA LIEVITO

L’impasto degli strozzapreti si prepara in tre semplici mosse 😋 e si possono anche congelare in un sacchetto per alimenti 👏🏻

LA STORIA

C’è chi racconta che gli strozzapreti, minestra semplice e di poca spesa, era la più consueta da offrire al parroco in visita all’ora di pranzo.

E che i preti mangiassero con ingordigia ingurgitandone fino quasi a strozzarsi.

L’augurio più usuale, secondo la brusca ma sincera ospitalità romagnola, non poteva che essere: “Tnì e struzzìv, prit” (tenete e strozzatevi, prete)

Gli strozzapreti dunque, dalla dizione scherzosamente irriguardosa ma dalla paciosa consistenza, possono considerarsi un classico della gastronomia romagnola.

Il dizionario della cucina romagnola (Il Resto del Carlino)

1️⃣ Impasta 500 gr di farina (io uso MixIt Schär oppure Nutrifree) con 200 gr di acqua o più se dovesse servire.
2️⃣ Lascia riposare l’impasto coperto con un canovaccio o dentro un sacchetto di plastica per 30 minuti.
3️⃣ Stendi in una sfoglia non troppo sottile con il mattarello, taglia a strisce di 2 cm. Prendi la striscia di pasta e arrotola fra i palmi delle mani, stacca il pezzo di pasta di circa 5-8 cm. Cuocili in acqua bollente salata, quando vengono a galla sono pronti. È facilissimo! 👍🏻
Per gli STROZZAPRETI verdi agli SPINACI 🌱 aggiungi all’impasto circa 300 gr spinaci cotti, ben strizzati e tritati finemente.

 

Condividi questa ricetta
Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top