skip to Main Content

Dolce morbido di castagne senza glutine

Condividi questa ricetta

“La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene di Pellegrino Artusi” rimane sempre la mia fonte di ispirazione per nuove ricette, o meglio per preparare ricette di una volta, ma anche la mia fonte di lettura preferita.

Non so perché mi affascinano così tanto i vecchi ricettari ma quando li sfoglio sento tra le loro pagine la storia della cucina delle nostre nonne.

Quel senso di umiltà che ti riporta immediatamente con i piedi per terra dove si mangiava quello che c’era e si diceva Grazie!, come segno di rispetto per chi aveva preparato con quel poco una pietanza che dava la parvenza di sfamare chi era seduto attorno alla tavola e, un pensiero andava anche a chi non aveva niente neanche la parvenza.

Ritroviamo con questo dolce i sapori di un tempo che ancora hanno tanto da insegnarci ♥

652. SFORMATO DI FARINA DOLCE

(Ricetta tratta da L’Artusi senza glutine di Margharet Evangelisti)

Un signore di Barga di onorevole casato, che non ho il piacere di conoscere personalmente, invaghito (com’egli dice), per bontà sua, di questo mio libro, ha voluto gratificarsi meco, mandandomi la presente ricetta che credo meritevole di essere pubblicata ed anche lodata. [P. Artusi]

Ingredienti:

  • 200 grammi farina di castagne senza glutine
  • 50 grammi di cioccolata senza glutine
  • 30 grammi di zucchero
  • 25 grammi di burro
  • 20 grammi di cedro candito senza glutine
  • 12 mandorle pelate e qualche pistacchio
  • mezzo litro di latte
  • 3 uova
  • 150 grammi di panna fresca da montare
  • una bustina di vanillina senza glutine
  1. Taglia i pistacchi, le mandorle a pezzetti e tostali sul fuoco in un padellino; taglia anche il candito a pezzettini.
  2. Sciogli la cioccolata in un decilitro di latte poi aggiungi lo zucchero e il burro, lascia da parte.
  3. Metti la farina di castagne in un tegame e versa il latte rimasto a poco per volta, mescolando bene con un mestolo di legno per non formare grumi; poi aggiungi la cioccolata e metti il composto al fuoco per cuocerlo.
  4. Mescola sempre con il mestolo di legno per evitare che si attacchi sul fondo del tegame, quando inizia ad assodarsi mescola ancora per un paio di minuti, togli dal fuoco e mescola ancora, il composto deve staccarsi dal tegame.
  5. Lascia raffreddare e poi aggiungi le uova, prima i rossi, poi gli albumi montati a neve, e per ultimo le mandorle, i pistacchi e i canditi.
  6. Trasferisci il composto in uno stampo imburrato e cuoci il dolce a bagnomaria in forno a 180° per 40 minuti.
  7. Lascia raffreddare completamente e servi il dolce con al centro la panna montata con la busta di vanillina.

Il consiglio di Margahert: puoi preparare questo dolce negli stampini monoporzione, questo non è osare con l’Artusi ma solo adattarlo ai giorni nostri che, tra l’altro, non è cosa che tutti possono permettersi. Non ti spaventare se il dolce da gonfio, una volta freddo si sgonfia, non so se è le prassi ma a me è successo così; poco importa perché è piaciuto a tutti lo stesso!!!

Prova anche la Torta di castagne senza glutine … buonissima

Condividi questa ricetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back To Top